SERRA SAN QUIRICO - Regione MARCHE Gusta l'Arancione - Itinerari Enogastronomici e Turistici di Qualità

MARCHE
itinerari ENOGASTRONOMICI e TURISTICI di qualità
Vai ai contenuti

SERRA SAN QUIRICO

Comuni e Mappe > Comuni della Regione Marche
Pro Loco
Via Marconi, 5
60048 Serra San Quirico (AN)
Italy
Tel.: +(39) 340.4847721
Fax: +(39) 0731.818230
www.turismo.comune.serrasanquirico.an.it
prolocossquirico@gmail.com
Referente
PACIAROTTI Gloria
Mob.: +(39) 349.0580182
gloria.paciarotti@yahoo.it

s.l.m. m.300.00

43° 26′ 51.54″ N

13° 0′ 54.76″ E

MUNICIPIO
Piazza della Libertà, 1
60048 Serra San Quirico (AN)
Italy
Tel.: +(39) 0731.818205
Fax: +(39) 0731.818230
www.comue.serrasanquirico.an.it
protocollo@serrasanquirico.pannet.it
protocollo.serrasanquirico@emarche.it
Eventi
Orange Tour

La ricerca non ha prodotto nessun risultato

Strutture ricettive

B&B

CASA VALFIORITA
SERRA SAN QUIRICO (AN)

-0%

B&B

IL COLLE
SERRA SAN QUIRICO (AN)

AGRITURISMO

FONTEGELONI
SERRA SAN QUIRICO (AN)

-0%

AGRITURISMO

L'ALBORETO SELVATICO
SERRA SAN QUIRICO (AN)

B&B

LE COPERTELLE
SERRA SAN QUIRICO (AN)

-0%

AGRITURISMO

LA TANA DEL LELE
SERRA SAN QUIRICO (AN)

-0%

Ticket

La ricerca non ha prodotto nessun risultato

Mappa "Serra San Quirico"

NOTIZIE

Il Comune di Serra San Quirico è situato nell'entroterra marchigiano e si sviluppa nel territorio grazie alle diverse località che lo compongono: Serra San Quirico paese, Serra San Quirico Stazione, Sant'Elena, Sasso, Castellaro e Domo. Ciascuna località non manca di stupire per una peculiarità: l'incanto del paesaggio fluviale creato dal fiume Esino a Serra Stazione, la bellezza dell'Abbazia di Sant'Elena, la magia del Castello di Rotorscio nei pressi di Castellaro, il suggestivo piccolo centro storico di Domo e il borgo medievale di Serra paese, uno scrigno che racchiude molti gioielli e che sorge alle pendici del Monte Murano, proprio all’imbocco della Gola della Rossa e nel verde dell’omonimo Parco Regionale. Il centro storico medievale, per la sua caratteristica forma di nave, sembra una galea di pietra incastonata nella roccia e risulta essere tra i più belli delle Marche. Passeggiando tra i vicoli lastricati in pietra arenaria si possono ammirare splendidi palazzi e chiese di rara bellezza, scoprendo angoli incantevoli e panoramici. Serra San Quirico rappresenta la meta ideale per coloro che vogliono godere di riposo e tranquillità, apprezzare opere d’arte, fare escursioni e passeggiate a piedi, in bicicletta o a cavallo nella natura e assaporare il gusto della buona cucina marchigiana.

DA VEDERE

Il centro storico è tra i più belli delle Marche. È ancora oggi completamente cinto da possenti mura, dominate dalle trecentesca Torre del Cassero. Sopra le mura di cinta le Copertelle: strade coperte illuminate da finestre ad arco e feritoie e sovrastate a loro volta dalle abitazioni. Nel centro storico: ripidi saliscendi, lastricati di pietra arenaria, viuzze, scorci suggestivi, archi, Porta Pesa e Porta Forchiusa, Piazza della Libertà con la torre comunale, il Palazzo Municipale, la fontana, la loggia Manin, i palazzi Piccioni, Ortolani e della Meridiana. Molteplici le chiese visitabili: San Quirico, San Francesco, San Filippo, Santa Lucia. Quest’ultima è il più bell’esempio di barocco delle Marche, con annessi il chiostro e il complesso monumentale che ospita la Cartoteca Storica Regionale delle Marche e la sede del Parco Naturale Regionale della Gola della Rossa e di Frasassi. In località Sant’Elena è possibile ammirare l’imponente Abbazia, in stile romanico-gotico con un interno a tre navate. La frazione Domo, antico castello fortificato, custodisce la chiesa di San Paterniano, nella quale si trovano il pregevole trittico su tavola attribuito al “Maestro di Domo” e numerosi affreschi. Al confine con Mergo c’è invece la piccola chiesa di Santa Maria delle Stelle, costruita sulle rovine di un tempio pagano.

DA GUSTARE

Primi piatti: pappardelle al cinghiale del Parco, gnocchi al sugo d’anatra, polenta con salsiccia e funghi del Monte Murano. Secondi piatti: coniglio in porchetta, oca arrosto, trippa serrana, porchetta di maiale, fagioli con le cotiche. Contorni: erbe miste di campo, funghi trifolati. Dolci: i calcioni (tipico “dolce non dolce”, da gustare all’inizio o alla fine del pasto), le pecorelle (particolari forme di pasta frolla ripiena), le pappardelle dolci, le cresce di pane o di polenta fritte e zuccherate. Vini e spumanti: Verdicchio dei Castelli di Jesi, spumanti, birre artigianali. Prodotti locali: formaggi, salumi, miele, olio e molto altro!

REDAZIONE "gusta l'arancione" e "gusta il blu" - Via Gentile da Fabriano, 9 - 60125 ANCONA (AN) - Italia
Partners
© 2015, Redazione "gusta l'arancione" e "gusta il blu" - Tutti i Diritti Riservati
Torna ai contenuti